IL TERMINAL TRAGHETTI DI CALATA CHIAPPELLA
E L’AREA DI PONTE ASSERETO

Nel 1999 Stazioni Marittime S.p.A. ha inaugurato un moderno Terminal Traghetti
all’interno del quale procedono di pari passo attività commerciali fruibili direttamente
dal territorio urbano e attività atte a soddisfare il traffico traghetti,
grazie ad una totale informatizzazione delle procedure d’imbarco e alla messa a disposizione
di infrastrutture e servizi funzionali e moderni.
Il Terminal, situato nella zona di Calata Chiappella in posizione strategica ad equa distanza
tra i quattro accosti di Ponte Colombo e i cinque accosti di Ponte Assereto,
è un importante punto di riferimento per i passeggeri diretti in Sardegna, Sicilia, Corsica,
Spagna, Tunisia e Marocco.
Il Terminal, progettato per gestire grandi flussi di passeggeri,
che trovano la loro maggiore concentrazione nel periodo estivo, è in grado di fornire strutture
e servizi in linea con gli standard di qualità e comfort derivanti dalle mutate e crescenti esigenze
del mercato turistico in generale e del mercato traghetti in particolare.
L’edificio si sviluppa su più livelli per un totale di circa 12.000 mq ed è privo di barriere architettoniche.
Al suo interno ospita, oltre a uffici, biglietterie e sale di attesa per i passeggeri,
un centro commerciale con un grande supermercato e numerose e diversificate attività e servizi.
Il centro commerciale, progettato per fornire uno spazio dove i passeggeri possano trascorrere
i periodi di attesa prima dell’imbarco, è accessibile durante tutto l’anno dalla città:
ciò crea un connubio importante, in quanto permette alla struttura di non essere legata esclusivamente
alla stagionalità del traffico traghetti, ma di essere vissuta appieno come parte integrante della città stessa.
Il Terminal è dotato di due panoramiche promenade per accedere alle aree operative
di imbarco e sbarco e di un collegamento con l’adiacente attracco del city boat che opera
tra il porto commerciale ed il porto turistico cittadino:
tutto questo fa dell’edificio un ideale accesso al porto dalla città.

Le importanti dotazioni di security ed i relativi controlli permettono di presidiare tutti gli accessi
alle aree operative ed ai piazzali di imbarco, ai quali possono accedere solo i passeggeri muniti di biglietto.
Attraverso l’area traghetti del Porto di Genova transitano mediamente ogni anno
3.000.000 passeggeri, 900.000 auto e 300.000 mezzi commerciali, con picchi, durante i week-end estivi,
di 120.000 passeggeri e 40.000 auto.
Questi grandi flussi di traffico vengono gestiti, oltre che attraverso il costante controllo sulla viabilità,
la segnaletica fissa e la segnaletica a display luminosi a messaggio variabile,
attraverso un sistema di tecnologie telematiche e computerizzate gestite da diciannove punti di check-in
che permettono di controllare ed indirizzare le auto, velocizzando i tempi di accesso alle aree di imbarco.
I mezzi commerciali utilizzano invece percorsi diversi da quelli delle vetture dei passeggeri:
i percorsi sono opportunamente segnalati e presidiati.
In relazione alle diversificate esigenze del traffico extra – Schengen
ed alle nuove normative di security allo stesso applicate, sono state appositamente create tre aree
dedicate al traffico per la Tunisia ed il Marocco, opportunamente delimitate
e complete di postazioni di polizia e postazioni per il controllo dogana.